1. Silvia e sarah


    Data: 21/11/2022, Categorie: Etero Autore: Loungelizard, Fonte: Annunci69

    Ormai da diversi anni affitto a studenti fuori sede un appartamento in centro a Firenze. Sono una persona alla mano e non mi piace fare il padrone di casa rompiballe, non disdegno fare due chiacchiere quando capito lì per motivi di ordinaria amministrazione e con alcuni di loro si è stabilito un rapporto di simpatia manifestatomi con graditi inviti a cena, in cui ho potuto gustare prodotti tipici delle loro regioni di provenienza e rivivere il clima della coabitazione tra studenti, che ogni volta mi ha riportato ai bei tempi andati.
    
    Questa storia riguarda una studentessa di filosofia dotata di un’ironia molto intelligente e capace di conversazioni molto sagaci e stimolanti, durante le quali avevo percepito un’intesa strisciante che tuttavia non avevo mai voluto forzare a diventare altro da quello.
    
    Nella primavera del 2016 mi fece sapere che a breve avrebbe discusso la tesi e che il suo relatore l’aveva già indirizzata verso un concorso per una borsa di dottorato di ricerca. Una sua amica nel frattempo aveva individuato un appartamento che si sarebbe liberato in agosto, e sebbene le piacesse molto la mia casa e vi fosse un grande affiatamento con i coinquilini, quella era un’occasione che non poteva perdere: si trattava di una mansarda con due camere, due bagni, un ampio soggiorno con zona cottura/pranzo, ma soprattutto una terrazza enorme sui tetti di Firenze dalla quale sembrava si potesse toccare la cupola del Brunelleschi. Dettaglio che rendeva il tutto assolutamente appetibile: un prezzo decisamente basso, determinato dal fatto che il proprietario desiderava affidare l’immobile a persone di sua stretta fiducia che lo abitassero con cura per i 2 anni in cui avrebbe lavorato all’estero. La sua amica lo era e aveva garantito anche per lei.
    
    Alla fine di luglio ci vedemmo a casa mia per il passaggio di consegne con l’inquilino subentrante e mi disse che avrebbe trascorso i giorni fino a ferragosto nel nuovo alloggio per iniziare a goderne, poi sarebbe andata a casa dei suoi a Cagliari per una decina di giorni di vacanza e sarebbe rientrata presto per cominciare a preparare i nuovi impegni universitari. Era su di giri, raggiante: fresca di laurea cum laude e pronta a vivere l’esperienza di dottoranda e assistente del suo professore, la nuova casa era la cosiddetta ciliegina sulla torta.
    
    “Devi assolutamente venire a vederla, è un gioiello, una ristrutturazione di grande gusto e un arredamento che sembra una casa da film. E poi la terrazza….Ho avuto una botta di culo che ancora non ci credo!!”
    
    “Ah beh, come darti torto...basterebbe la terrazza e la posizione”
    
    “Tu quando parti per le vacanze? Facciamo una cena in terrazza la settimana prossima?”
    
    “Parto dopo il 20. Per la cena ovviamente si”.
    
    Una settimana dopo ero lì. Mi aprì la porta la sua amica, una mora dalla chioma riccia, che mi accolse come se ci conoscessimo da sempre. Presentandomi, l’occhio mi cadde sulla scollatura del leggero vestitino bianco, prima di cominciare a ...
«1234...»