1. confessioni di una Milf


    Data: 24/01/2023, Categorie: Maturo Prime Esperienze Masturbazione Autore: mrghent, Fonte: xHamster

    Ciao a tutti mi chiamo Teresa e ho 44 anni,sono divorziata e sono a detta di molti quella che oggi chiamano MILF.e mi piace molto questa definizione perchè nonostante la mia età posso dire di avere ancora un fisico ed un'aspetto molto appetibile,dato il mio seno abbondante(una quinta naturale) e le mie curve,i miei capelli rosso rame ed i miei occhi azzurri.sono giusto un'pò in carne e molti uomini che ho avuto mi dicono spesso che questo elemento è quello che li attrae di più.
    
    un'altra mia caratteristica è che amo essere corteggiata e scopata da toy-boy,mi piacciono i ragazzi di vent'anni,il loro furore,la loro inesperienza;visto che nel mio precedente matrimonio non ho avuto la fortuna di diventare madre,perchè ho perso un bambino quando era prossimo alla nascita mi piace considerarmi la loro mammina,e mi piace prendermi cura di loro quando sono arrapati.
    
    l'altra sera è venuto a trovarmi mio nipote insieme ad un suo compagno di università,hanno entrambi 21 anni e sono venuti da me per consultare alcuni miei appunti universitari che potevano tornargli utili.
    
    sono piombati all'improvviso e non ho avuto nemmeno il tempo di farmi trovare preparata,sicchè gli ho apeto la porta in vestaglia bianca,capelli sciolti che odoravano di shampoo appena fatto.mio nipote entrando mi ha presentato il suo amichetto,Pietro, davvero un bel ragazzo alto sul metro e settanta capelli castani,pelle olivastra e occhi verdi;facendoli entrare e chiudendo la porta ho aperto un pò la vestaglia per far vedere la scollatura.i due si sono accomodati in salotto,e mentre mio nipote mi diceva il motivo della loro visita ho iniziato a preparare loro il caffè.
    
    nel frattempo che la miscela bolliva mi sono seduta e non potevo non notare gli occhi di Pietro incollati al mio seno,sembrava ipnotizzato,mio nipote parlava di esami e università,e l'amico mi mangiava letteralmente con gli occhi:
    
    -Pietro,ma siediti-gli dico
    
    -ma no la ringrazio,sto bene così-mi sorrise
    
    ma alzai dalla sedia e andai a vedere sulla libreria di fronte se ci fossero gli appunti e i libri che mi chiedeva,passando nello stretto feci in modo di strusciare con il fianco sul pacco di Pietro,e mi sembrò quasi del tutto eretto.mentre rovistavo tra i libri lo vedevo riflesso nelle speccio,ora era incollato al mio culo:due occhioni verdi che mi bruciavano addosso.
    
    salito il caffè ci sedemmo a bere e mio nipote disse di dover andare in bagno,gli risposi che conosceva la strada;rimaniamo solo io e Pietro,lui inizia a guardare il soffitto e non dice una parola,io mi alzo gli vado vicino e gli sussurro all'orecchio:
    
    -vieni da solo stasera alle 21-
    
    lo guardo dritto negli occhi per 2 secondi,poi torno a sedermi.
    
    lui sgrana gli occhi,mi fa cenno di si con la testa,in quel momento sento la porta del bagno.era mio nipote che torna.
    
    alle 21 in punto sento il campanello suonare,non mi sono cambiata,sono rimasta in vestaglia,mi aggiusto solo un pò i capelli allo specchio e vado ad ...
«123»